Una volta se si sbagliava strada si dovevano chiedere lumi al primo passante che s’incrociava o consultare una cartina. In entrambi i casi non era scontato riuscire ad imboccare la giusta via. Sembrano trascorsi anni luce da quei tempi e da quella dimensione scevra dalla tecnologia.  Oggi, nel dubbio a quale bivio svoltare non si perde più tempo nell’accecarsi su microscopiche serpentine di improbabili mappe cartacee o nell’attesa che si materializzi qualche anima buona. Con il navigatore satellitare non ci si perde più e, anche se fosse, in un battibaleno si torna sulla strada giusta. Questo servizio è oggi offerto anche dagli smartphone di ultima generazione sui quali trova posto l’antenna Gps unitamente ai nuovi software di navigazione (vedi Google Maps).

Altra cosa dal navigatore satellitare che resta uno strumento esclusivo e insostituibile. Perché? Niente meglio di un navigatore è al servizio di chi guida su 2 o 4 ruote, dando tutte le informazioni relative al percorso e alla geolocalizzazione, ma anche info meteo e notizie sul traffico per permettere di affrontare in viaggio informati e in tranquillità. Inoltre, a differenza dello smartphone, questo dispositivo è sempre pronto all’uso e se si scarica si può attaccare il caricabatterie all’accendisigari, risparmiando le batterie del telefonino. Le indicazioni dei nuovi navigatori satellitari, poi, sono sempre più ricche e precise, non limitandosi più alla sola ‘bussola’ geografica su quale strada prendere, ma dando utili info  sul traffico, sull’eventuale presenza di incidenti nelle vicinanze e avvisando anche sulla mappa degli autovelox per essere informati sull’esatta collocazione ed evitarci, magari, salate multe. Di quale navigatore dotarsi per essere sicuri di trarne tutti i vantaggi possibili durante il viaggio?

Una delle alternative di qualità può essere rappresentata dalla sfida a due fra Garmin e TomTom, una sorta di duello storico dove ognuno la spunta per specifiche peculiarità esclusive. Ad esempio, i Garmin sono perfetti per chi va di fretta, facilmente visualizzabili alla prima occhiata grazie all’ampio display e dotati di sistemi di allarme che si attivano quando il dispositivo capta un incidente che rallenta il traffico nelle vicinanze. Chi, invece, darà la sua preferenza a un TomTom lo farà per stare iperconnesso, grazie al collegamento con la rete Wi-Fi e il costante dialogo, anche in viva voce, con i device digitali, smartphone in testa. Questi ed altri top di gamma potrete trovarli sul sito www.navigatoremigliore.it.